menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavori per il tram a San Giuliano e piazzale Roma, allarme viabilità

I cantieri saranno aperti contemporaneamente. Viabilità nel mirino. Gli interventi sul terminal automobilistico e il cavalcavia (che in parte chiude)

“Obiettivo Venezia”, l’operazione che vuol far arrivare il tram da Mestre fino alla città lagunare, entra in una nuova (e decisiva) fase: i cantieri, infatti, mano a mano che si avvicinano alla meta potrebbero risultare forieri di ingenti disagi per la viabilità. Anche perché i lavori saranno pressoché contemporanei nella zona di San Giuliano e a piazzale Roma, dove il 6 maggio inizieranno le operazioni di riasfaltatura del manto stradale, necessari per permettere la successiva posa dei binari e della piattaforma del tram.

ECCO I CANTIERI A PIAZZALE ROMA

PIAZZALE ROMA - Tutto dovrà essere calcolato al millimetro. Per permettere a operai, autobus e pedoni di convivere in una "difficile" armonia. Si procederà dal bivio del Tronchetto, di dieci metri alla volta. Nel punto in cui ci saranno gli operai, quindi, la corsia si restringerà. Senza bloccare la viabilità. A luglio l'intervento dovrebbe raggiungere il passaggio pedonale dei Tolentini, dove sorgeranno le tre fermate del siluro rosso. Originariamente quest'ultime erano state previste accanto al garage comunale. Poi sono state girate di novanta gradi, in modo da permettere una maggiore fluidità e "incastro" di autobus, pedoni e tram.

LA MAPPA DELLE DEVIAZIONI DEGLI AUTOBUS

SAN GIULIANO - Due giorni più tardi, l'8 maggio, entra in vigore anche il divieto di accesso al cavalcavia di San Giuliano in direzione Mestre. Sono previsti, oltre alla posa della rotaia, lo spostamento dei sottoservizi e l’adeguamento della capacità portante del cavalcavia, realizzato nel 1955. Chi vorrà raggiungere il centro mestrino dovrà quindi proseguire fino al cavalcavia di via Torino, percorrendo poi viale Ancona e via Sansovino. Ci saranno di conseguenza deviazioni di percorso per i bus Actv delle linee 5, 19, 12, 12/, 32, 24, Noale e Scorzè. Da giugno, poi, gli operai si sposteranno sull'altra corsia, che non potrà essere percorsa dai veicoli privati. Gli autobus, i taxi e i mezzi di soccorso, invece, potranno transitare sul manufatto grazie a un senso unico alternato. Necessario quindi bypassare il cavalcavia attraverso deviazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento