rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca San Donà di Piave

Iniziati i lavori di realizzazione del nuovo terminal Atvo di San Donà di Piave

Via al cantiere. L'intervento dovrebbe essere portato a termine entro la fine del 2022 e vedrà un investimento di circa 4 milioni di euro

È stato aperto il cantiere che porterà, entro la fine del 2022, alla realizzazione del nuovo terminal dei bus di San Donà di Piave. Operai, ruspe e mezzi vari dell'Ati - l'associazione di imprese temporanea che si occuperà dell'intervento - hanno avviato i lavori in questi giorni. 

Il nuovo terminal Atvo a San Donà

La nuova stazione di Atvo costerà 4 milioni di euro, ai quali se ne aggiungono altri 56mila per la messa in sicurezza dell'area. Sorgerà in un’area di 15mila metri quadrati, tra le vie Pralungo ed Ereditari, a ridosso della cosiddetta Cantina dei Talenti; avrà uno stile architettonico moderno e in grado di dare ulteriori garanzie di servizi all’utente, a cominciare da una sala d’attesa molto ampia.

Lo spostamento del terminal di San Donà porterà ad un ripensamento generale del servizio di trasporto urbano in città, che conta 120 mezzi Atvo in servizio. Intanto proprio in questi giorni vanno in strada 10 nuovi bus, per un investimento di circa 2 milioni di euro, cui se ne aggiungeranno altri 10 entro le prossime settimane, cosa che porterà a 100 il numero di mezzi nuovi acquistati dal 2018 ad oggi, per un investimento di oltre 18 milioni di euro. «Abbiamo aggiunto un altro tassello al via dei lavori del nuovo terminal, - spiega il presidente di Atvo Fabio Turchetto - che migliorerà ulteriormente i servizi per gli utenti e ma permetterà di mettere a disposizione la possibilità di un interscambio ferro-gomma».

Il terminal di Portogruaro

In parallelo, si è concluso l’iter di valutazione del progetto per la nuova autostazione bus-ferrovie di Portogruaro. Ora si procederà con la pubblicazione della gara, con l’avvio dei lavori previsto per ottobre. Tutto si era sbloccato lo scorso autunno con la firma dell’accordo tra Atvo e Rfi (Rete ferroviaria italiana), secondo cui proprio l'associazione dei trasporti del Veneto orientale si occuperà di progettare e dirigere i lavori, e espletare la parte burocratica che porterà al bando. A Rfi spetterà invece la copertura dei costi inerenti la realizzazione della struttura, per un totale di 1,3 milioni di euro. Anche quest'opera dovrebbe essere completata entro la fine del 2022.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iniziati i lavori di realizzazione del nuovo terminal Atvo di San Donà di Piave

VeneziaToday è in caricamento