rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca

Primo giorno di scuola senza docenti nel Veneziano alcune false partenze

Sono 146 le cattedre scoperte nelle scuole superiori della provincia, a ciò si aggiungono altre 74 delle medie. Non è un ritorno sui banchi "normale", anche per via dello sciopero dei dipendenti Actv

Non è un primo giorno di scuola uguale a quelli precedenti quello di quest'anno. Non lo è soprattutto per le centinaia di docenti che aspettano che venga loro assegnata una cattedra o un incarico a tempo determinato. Non lo è anche per gli studenti, alle prese quest'oggi con sciopero dei trasporti, possibile maltempo e con alcuni "buchi" determinati dalle cattedre vuote.

 

L'ufficio scolastico provinciale, addebitando il "peccato originale" al ministero della Pubblica istruzione, che avrebbe impartito direttive e decreti in ritardo, sta procedendo in questi giorni a ultimare tutte le nomine. Entro lunedì o martedì della settimana prossima il "grosso" sarà fatto. Le difficoltà per le scuole in ogni caso ci sono, non lo negano neanche all'Ufficio scolastico. Ieri sono arrivate le comunicazioni attese da giorni per il conferimento degli incarichi per il personale Ata  (amministrativo tecnico ausiliario), per cui si è già iniziato a lavorare in queste ore. Oltre alle mansioni di bidelli e cuochi, il personale ha anche incarichi di segreteria.

Fatto sta che sono ancora 146 le cattedre scoperte solo alle scuole superiori del Veneziano, a ciò si aggiungono altre 74 delle medie. La campanella di quest'oggi, quindi, potrebbe costituire una "falsa partenza" per alcuni dei 117.052 alunni veneziani che varcheranno la porta delle scuole d’infanzia, primarie, secondarie di primo grado (medie) e secondarie di secondo grado (superiori).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo giorno di scuola senza docenti nel Veneziano alcune false partenze

VeneziaToday è in caricamento